Venerdì, 19 Giugno 2020 17:05

Recensione “Lo Scuro Informe” di “PhreeAngles”

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lo Scuro Informe

Etichetta discografica: Alessio Brocca Edizioni Musicali

Anno produzione: 2020

Scenari sonori cosmici, ipnotici, volti a creare una suspense che si taglia a fette. Lo Scuro Informe è la nuova fatica discografica firmata PhreeAngles, ardimentoso trio formato da Luca Calabrese (tromba ed elettronica), Gabriele Orsi (chitarra ed elettronica) e Cristiano Vailati (batteria e percussioni). I sette brani presenti nel CD sono tutti frutto della magmatica meninge di Orsi, in collaborazione con Calabrese e Vailati. Il climax di Filo di Fumo è criptico, assai tensivo. Il trombettista si esprime attraverso un playing etereo, incastonato nella volta celeste, sottolineato dal manto coloristico intessuto dalla coppia Orsi-Vailati. L’impatto in Voce Nascosta è magnetico. Qui Calabrese e il chitarrista dialogano fittamente nel segno del free, dando vita ad architetture sonore inebrianti, ben sostenuti dall’incisivo comping costruito da Vailati. In Gatto a Rotelle il mood è esotico, ambient, composizione locupletata da un apprezzabile utilizzo della dinamica, soprattutto da parte di Cristiano Vailati. Anche qui, Calabrese e Orsi si amalgamano simbioticamente creando un ammaliante tessuto sonoro. In chiara direzione avant-garde jazz, Lo Scuro Informe è un album che occhieggia parecchio alla sperimentazione. Un disco in cui la necessità fisiologica è quella di estrinsecare la propria libertà improvvisativa e interpretativa senza coercitive gabbie mentali che, sovente, ne tarpano la creatività.

Stefano Dentice