Domenica, 15 Dicembre 2019 01:04

Recensione “Any Morning” di Giancarlo Mazzù e Luciano Troja

Vota questo articolo
(0 Voti)

Giancarlo Mazzù e Luciano Troja

Etichetta discografica: Slam Productions

Anno produzione: 2019

Un climax rasserenante, riconciliante con lo spirito, nel quale vi è anche spazio per frangenti più movimentati che donano un tocco di maggiore verve comunicativa. Any Morning è la nuova fatica discografica data alla luce dal chitarrista Giancarlo Mazzù insieme al pianista Luciano Troja. I dieci brani originali presenti nel CD scaturiscono dalla fervida creatività compositiva di Troja e Mazzù. Afternoon (Luciano Troja) è una composizione immersa in un mood evocativo, melanconico. Qui i due musicisti dialogano appassionatamente, con trasporto emotivo, fervore interpretativo e sincerità espressiva. In Quando Il Vento È Cessato (Giancarlo Mazzù) si è coccolati da un senso di quietitudine interiore. Il playing del chitarrista e del pianista è sobrio, carezzevole, ispirato da uno spirito narrativo. Lo swingante Manlight – for Manlio Nicosia (Luciano Troja) è un brano spassoso. In questo caso i due protagonisti si esprimono attraverso un linguaggio più strettamente ancorato alla tradizione jazzistica, con gusto, brillante musicalità e senso melodico. Generato à metà strada fra modern jazz e contemporary jazz, Any Morning è un album diretto, genuino e generoso, senza fronzoli o elucubrazioni stilistiche talvolta tediose e stucchevoli. Un disco in cui, per scelta, i temi assumono un’importanza fondamentale, quasi come se rappresentassero l’apogeo dell’intero lavoro discografico.

Stefano Dentice