Domenica, 19 Luglio 2020 11:21

Recensione “The Rain Of October” di Ivano Leva

Vota questo articolo
(0 Voti)

The Rain Of October

Etichetta discografica: NovAntiqua Records

Anno produzione: 2020

Un viaggio introspettivo, intenso, evocativo, tra frangenti di suspense, momenti di riflessione, tensione. The Rain Of October è la nuova opera discografica partorita dalla ferace mente dell’ardimentoso pianista e compositore Ivano Leva. La tracklist consta di dodici brani originali sgorgati dalla sua eruttiva fertilità compositiva. Autumn Rainy Morning colpisce di primo acchito soprattutto per le inebrianti asperità armoniche. Il pianismo di Leva è tensivo, elegantemente cerebrale, pregno di un ammaliante spirito descrittivo. Il climax di Through A Windshield è labirintico, denso di pathos. Qui il playing del pianista è etereo, immersivo, coloristico. In Thoughts il mood sembra essere ispirato dallo zen. In questa composizione Ivano Leva sfrutta con saviezza tutti gli ottantotto tasti, attraverso i quali dà vita a maliardi chiaroscuri e a dinamiche sopraffine. Incardinato su un’interessante sinossi di musica contemporanea, colta, colorazioni impressioniste e pura improvvisazione, The Rain Of October rappresenta un ritratto di stati d’animo contrastanti, narrati e descritti attraverso una profonda sensibilità interpretativa, ammirevole ricerca interiore e stilistica, congiuntamente a una lussureggiante musicalità che lasciano il segno.

Stefano Dentice