SPECIALE PER LELIO

Vota questo articolo
(1 Vota)
SPECIALE PER LELIO - 5.0 out of 5 based on 1 vote

 

Voci di Corridoio feat. Jula De Palma

Etichetta discografica: Zanetti Records

Anno produzione: 2014

Lelio Luttazzi, scomparso nel 2010 alla veneranda età di 87 anni, è stato un sublime artista a tutto tondo perdutamente innamorato dello swing e dotato di un sobrio senso dell’umorismo. In suo onore, la formazione Voci di Corridoio composta da Roberta Bacciolo (voce), Elena Bacciolo (voce), Paolo Mosele (voce), Fulvio Albertin (voce), Beppe Bima (pianoforte), Saverio Miele (contrabbasso) e Luca Rigazio (batteria) realizza il disco Speciale per Lelio, con l’intento di tributarlo amorevolmente. In questa nuova creatura discografica spicca la prestigiosa collaborazione, in qualità di special guest, dell’elegante cantante Jula De Palma, definita la “signora del jazz italiano”, che presta la sua voce in Eccezionalmente sì e in Mi piace, così come figura la straordinaria partecipazione dello stesso Luttazzi in Dr Jekyll Mr. Hide (voce) e in Messaggio (pianoforte). Inoltre, Voci di Corridoio ospita Pippo Colucci (tromba), Ezio Petrini (clarinetto), Tiziana Cappellino (pianoforte in Vecchia America e Medley) e Beppe Rosso (chitarra e banjo). La swingante track list prevede dodici brani più un medley formato da Perché domani, Troppo Tardi, Lullaby e Sentimentale, tutte composizioni originali siglate dal compianto musicista triestino. In Eccezionalmente sì sgorga la classe cristallina di Jula De Palma che, con uno spassoso senso dello swing, interpreta magistralmente il brano. Pregevole per gusto e dinamiche l’arrangiamento vocale, a cura di Mosele, dell’ensemble Voci di Corridoio, che crea un aggraziato manto armonico al servizio della “signora del jazz italiano”. Mi Piace è una romantica ballad che esalta la raffinatezza timbrica della cantante De Palma. Roberta Bacciolo, Elena Bacciolo, Paolo Mosele e Fulvio Albertin costruiscono un regale tappeto polifonico dall’impatto dolcemente onirico. Messaggio è una composizione coinvolgente, eseguita in piano solo da Luttazzi. Qui il pianista friulano sviscera un fascinoso bluesy mood unitamente a un pianismo ammiccante e incalzante. Speciale per Lelio è un album decisamente godibile, che aziona un’immaginaria macchina del tempo capace di rievocare suggestive atmosfere marcatamente retrò.

Stefano Dentice