NOTHING TO LOSE

Vota questo articolo
(1 Vota)
NOTHING TO LOSE - 5.0 out of 5 based on 1 vote

 

NOTHING TO LOSE

Paola Luffarelli Vocaland Ensemble

Etichetta discografica: Ultra Sound Records

Anno produzione: 2014

Jazz, latin jazz brasiliano, world music e tango argentino sono i deliziosi ingredienti di Nothing To Lose, la nuova creatura discografica della talentuosa cantante e compositrice Paola Luffarelli. La poliedrica jazzista sceglie quattro brillanti musicisti che abbracciano questo progetto: Flaviano Barga (fisarmonica), Stefano Bassi (chitarre), Marco Gamba (contrabbasso) e Alessio Pacifico (batteria). Undici le tracce incise nel cd, di cui dieci brani originali firmati da Luffarelli, Bassi, Panetta, Braga, Gamba e l’unico celeberrimo standard Caravan a cura di Ellington, Mills e Tizol. Il cullante andamento ternario di Just a Maze (Luffarelli) apre la sfavillante track list del disco. Paola Luffarelli interpreta il brano con fascinoso trasporto, impreziosendo la sua interpretazione con uno scat singing adamantino. L’eloquio solistico di Flaviano Braga è passionale, spigliato e il fraseggio di Stefano Bassi è teneramente cantabile e altamente funzionale. Fata Morgana (Luffarelli) è una toccante bossa nova intensamente evocativa. La cantante, con grazia, espone l’emozionante tema. Bassi sviluppa un solo in cui alterna frasi rilassate e carezzevoli a fulminei scatti cromatici. Barga costruisce un’improvvisazione lirica, narrativa e ricca di pathos. La coppia Gamba-Pacifico produce una ritmica perennemente incalzante e coinvolgente. In Esclusivo e Necessario (Luffarelli) spiccano le doti improvvisative del contrabbassista Marco Gamba che, con un suono legnoso e possente, dà vita a un solo estremamente convincente, in cui sfoggia un’ottima padronanza tecnica. In questa traccia trasuda il bluesy mood di Stefano Bassi che, sovente, ricorre all’utilizzo di inebrianti blue notes. Flaviano Barga gioca sapientemente con le dinamiche e sfodera un fraseggio assai espressivo. Nothing To Lose è un album ameno, in cui gli arzigogoli armonici e ritmici lasciano ampio spazio alla vena melodica e all’iridescenza compositiva e stilistica di Paola Luffarelli, Stefano Bassi, Daniela Panetta, Flaviano Braga, Marco Gamba e Alessio Pacifico.

Stefano Dentice

Altro in questa categoria: « INDIJAZZSTO WALKIN’ ON MY WAY »