Recensione “Back to Tradition” di “Mauro Mengotto Trio”

Vota questo articolo
(0 Voti)

Mauro Mengotto Trio

Etichetta discografica: Autoprodotto

Anno produzione: 2017

Tonnellate di swing, rigorosamente nel segno della preziosa e infinita tradizione jazzistica. Back to Tradition è la nuova realizzazione discografica a cura di Mauro Mengotto Trio, scintillante formazione costituita da Alfredo Ferrario (clarinetto), Luca Filastro (pianoforte) e Mauro Mengotto (batteria). Gli undici brani presenti nel CD sono autografati da svariati autori assai prestigiosi appartenenti alla mitica Swing Era. La pimpante I’ve Found a New Baby (Jack Palmer-Spencer Williams) mette l’argento vivo addosso. La loquela del clarinettista è concisa, ma decisamente spigliata ed efficace. Mengotto costruisce un solo frizzante, particolarmente incentrato sul rullante, che percuote con un’estrema fluidità. Il mood di Memories of You (Eubie Blake-Andy Razaf) è romantico. Filastro cesella un eloquio cantabile, denso di un ricco senso melodico. On the Sunny Side of the Street (Jimmy McHugh-Dorothy Fields) è una composizione accattivante. Qui il pianista si esprime tessendo un discorso improvvisativo spassoso, impreziosito da alcuni sprint cromatici e da un fascinoso bluesy mood. Back to Tradition è un disco assolutamente godibile, dalla prima all’ultima traccia, concepito con amore, genuinità, generosità e onestà intellettuale verso una determinata (e rigogliosa) epoca del jazz.

Stefano Dentice