Recensione “Percorrenze” di Patrizia Vigneri

Vota questo articolo
(0 Voti)

Patrizia Vigneri

Etichetta discografica: Terre Sommerse

Anno produzione: 2017

Una godibile e fresca rivisitazione in chiave moderna di alcuni memorabili brani appartenenti alla tradizione cantautorale italiana. Percorrenze è la nuova realizzazione discografica della cantante Patrizia Vigneri, coadiuvata per l’occasione da Fabio Rogoli (pianoforte e tastiere), Massimo Dastore (chitarra), Cosimo Romano (contrabbasso), Vito De Lorenzi (batteria), nonché da Giorgio Distante (tromba), ospite di questo progetto. La tracklist consta di sette brani autografati da Lucio Battisti-Mogol, Bruno Lauzi, Fred Buscaglione-Leo Chiosso, Nicola Arigliano, Luigi Tenco e Giorgio Gaber. In Ritornerai (Bruno Lauzi), Distante spreme la sua tromba nel registro acuto, con un’ottima padronanza strumentale.  L’interpretazione del testo di Una Sigaretta (Fred Buscaglione-Leo Chiosso), da parte di Patrizia Vigneri, è assai intensa. In La nebbia (Nicola Arigliano) Dastore intesse un solo essenziale, placido, pregno di cantabilità e senso melodico. Percorrenze è un album altamente fruibile, di facile appeal, concepito attraverso una mise sonora che rinverdisce e rende attuali canzoni intramontabili, ma un po’ datate.

Stefano Dentice