Recensione “Istante Groove” di “Carmelo Coglitore Quartet”

Vota questo articolo
(0 Voti)

Carmelo Coglitore Quartet

Etichetta discografica: Naked Tapes

Anno produzione: 2017

Un pensiero musicale ben definito, che non prevede assolutamente gabbie coercitive. Un’idea artistica che non sfiora mai, nemmeno lontanamente, il pedissequo. Istante Groove è la nuova creazione discografica firmata Carmelo Coglitore Quartet, ardimentosa formazione costituita da Carmelo Coglitore (sax soprano, sax tenore e clarinetto basso), Giacomo Tantillo (tromba), Pino Delfino (contrabbasso) e Francesco Cusa (batteria). Gli undici brani presenti nel CD sgorgano dall’ispirata vena compositiva del leader. In Start The Music l’eloquio di Coglitore è maliardo, irrefutabilmente cerebrale, ma al contempo nitidamente intelligibile. Il climax criptico di Istante 4 è stimolante. L’incedere di Tantillo è spigoloso, debordante di spunti assai interessanti. Coglitore dà vita a un sermone fluente, ricco, sobillato dal costrutto ritmico cangiante e fantasioso di Cusa. In Istante 5 il sassofonista e il trombettista interagiscono simbioticamente, attraverso una certa consapevolezza e una manifesta padronanza dello strumento. Dai molteplici riferimenti al free, in orbita contemporary jazz, Istante Groove è un disco in qui i quattro audaci protagonisti suonano open, scientemente, senza mai bluffare, esprimendosi nel segno di un irrefrenabile desiderio di libertà creativa e improvvisativa.

Stefano Dentice