Recensione “Something about Gershwin” di Gabriella Mazza e Marco Gamba

Vota questo articolo
(3 Voti)
Recensione “Something about Gershwin” di Gabriella Mazza e Marco Gamba - 4.0 out of 5 based on 3 votes

Gabriella Mazza e Marco Gamba

Etichetta discografica: TRJ Records

Anno produzione: 2017

Una mise interpretativa e sonora strettamente personale, architettata ad hoc, per omaggiare una delle figure più autorevoli della storia musicale moderna: George Gershwin. Something about Gershwin è la nuova realizzazione discografica firmata da Gabriella Mazza (voce ed elettronica) e Marco Gamba (basso, contrabbasso, chitarra synth ed elettronica). La tracklist è formata da nove brani sgorgati dall’illuminata meninge di George Gershwin, eccezionale musicista statunitense che non abbisogna di presentazioni. I loves you, Porgy è un brano intenso, maliardo. Qui Gamba tesse un eloquio colmo di cantabilità, imperlato da un senso narrativo apprezzabile. Gabriela Mazza esalta la lucentezza del suo timbro, unitamente a un potente falsetto. La singolare versione di Summertime è sorprendente, ricca di interessanti spunti armonici. Embraceable you è una composizione struggente, che Gabriella Mazza interpreta calorosamente e raffinatamente. Something about Gershwin è solo ed esclusivamente un pretesto per partire dalla musica di George Gershwin in modo tale da creare scenari imprevedibili, frutto di arrangiamenti freschi, innovativi e assai particolari che rendono attuali, contemporanei i capolavori partoriti ottanta anni or sono dall’immenso compositore americano.

Stefano Dentice