RUST AND BLUE

Vota questo articolo
(0 Voti)

RUST AND BLUE

Ivan Valentini

Etichetta discografica: Autoprodotto

Anno produzione: 2015

La libera, totale e collettiva improvvisazione come slogan per manifestare l’irrefrenabile desiderio di disgiungersi fermamente da strutture armoniche oleografiche. Rust And Blue, la nuova creazione discografica a cura dell’intraprendente sassofonista e compositore Ivan Valentini, volge palesemente lo sguardo a un jazz di chiara impronta avanguardistica. Luca Perciballi (chitarra e piano preparato), Luca Cotti (basso) e Riccardo La Foresta (batteria) sono i suoi validi compagni d’avventura. Il cd contiene undici composizioni originali frutto dell’estro compositivo del leader. In Nichilismo 19 il quartetto interagisce simbioticamente all’insegna del free, con acume e notevole padronanza strumentale. L’ombrosa e persuasiva The Fake Five stuzzica immediatamente la curiosità dell’ascoltatore. Qui il playing di Valentini è raffinatamente sussurrato, madido di ammiccanti blue notes. In XY2 si percepiscono echi di rock, evocati dal groove estremamente muscolare di La Foresta e dal sound assai tagliente di Perciballi. Rust And Blue è zeppo di intriganti metriche dispari e offre una pletora di spunti d’interesse. Un album vivamente consigliato ai jazzofili dalla mente aperta.

Stefano Dentice

 

Altro in questa categoria: « THE DREAM OF OSMAN GROWING UP »