Ginger Brew, Guido Canavese e lo special guest Alberto Di Leone in concerto a Molfetta

Vota questo articolo
(1 Vota)
Ginger Brew, Guido Canavese e lo special guest Alberto Di Leone in concerto a Molfetta - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Ginger Brew, Guido Canavese e lo special guest Alberto Di Leone in concerto a Molfetta

Al via l’inaugurazione della stagione autunnale dell’Empty Space di Molfetta con questo trio d’eccezione

Venerdì 25 settembre, dalle ore 21:00, l’Empty Space di Molfetta (Piazza Effrem – 11) aprirà i battenti per la nuova stagione autunnale con un singolare concerto a cura di Ginger Aramansa Brew (voce), Guido Canavese (pianoforte) e lo special guest Alberto Di Leone (tromba). Dalla vocalità e presenza scenica accattivanti, Ginger Aramansa Brew è una cantante dotata di una sfavillante poliedricità. Spazia con estrema disinvoltura dal blues al jazz, dal rhytm & blues al funk, dal soul al pop. Di origine ghanese, ma italiana d’adozione, colleziona una miriade di significative collaborazioni con numerosi artisti di differente estrazione musicale, tra i quali: Bobby Durham, Art Farmer, Mariah Carey, Phil Collins, Paolo Conte, Adriano Celentano, Gianni Basso. Pianista in possesso di uno spiccato senso dello swing, unitamente a un fraseggio adamantino, Canavese annovera un palmares in cui figurano svariate collaborazioni di prestigio con musicisti del calibro di: Jimmy Weinstein, Perico Sambeat, Michael Rosen, Emanuele Cisi, Flavio Boltro, Enzo Zirilli, Eddy Palermo, Riccardo Fioravanti, Francesco Bearzatti, solo per citarne alcuni. Alberto Di Leone è un giovane e talentuoso trombettista jazz di sicura prospettiva. Ha già al suo attivo diverse collaborazioni con noti jazzisti come: Francesco Lomangino, Mike Rubini, Francesca Leone, Vito Andrea Morra, Gianluca Fraccalvieri, Fabio Delle Foglie, Guido Di Leone e tanti altri ancora. Il concerto sarà introdotto e presentato da uno tra i più autorevoli e stimati critici musicali jazz nostrani: Alceste Ayroldi. Il giornalista musicale pugliese vanta un curriculum notevole, in cui spiccano importanti collaborazioni con alcune prestigiose riviste specializzate, tra cui: Musica Jazz (redattore), Jazzit, Il Giornale della Musica (redattore), Jazzitalia (editor manager). Collabora, inoltre, con una pletora di fuoriclasse del jazz mondiale, tra i quali: Benny Golson, Pat Metheny, Marcus Miller, Kenny Barron, John Abercrombie, Bobby Watson, Paolo Fresu, Enrico Rava. Dunque, l’Empty Space di Molfetta aprirà la nuova stagione autunnale con un concerto che, indubitabilmente, saprà coinvolgere e appassionare tutti gli amanti della buona e vera musica.

Stefano Dentice