Gabriele Buonasorte 4et live presso l’Auditorium Accademia Musicale Praeneste di Roma

Vota questo articolo
(1 Vota)
Gabriele Buonasorte 4et live presso l’Auditorium Accademia Musicale Praeneste di Roma - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Gabriele Buonasorte 4et live presso l’Auditorium Accademia Musicale Praeneste di Roma

 

L’appuntamento è per venerdì 5 giugno alle ore 21:00

 

Gabriele Buonasorte 4et”, singolare formazione composta da Gabriele Buonasorte (sax), Angelo Olivieri (tromba), Mauro Gavini (basso) e Mattia Di Cretico (batteria) si esibirà, venerdi 5 giugno alle ore 21.00, presso l’Auditorium Accademia Musicale Praeneste di Roma (Via del Carroccio 12/14), in seno alla kermesse I Concerti del Venerdì. Il quartetto presenterà un repertorio contenente composizioni originali siglate dal leader unitamente ad alcuni brani tratti da Forward, album licenziato dall’etichetta discografica milanese NAU Records di Gianni Barone. Si tratta di un fascinoso disco incardinato su un’erudita sperimentazione sonora e stilistica, che immerge l’ascoltatore in un’atmosfera eterea dal forte impatto emozionale. Incandescenti intrecci poliritmici e peculiari divagazioni sonore rappresentano il fil rouge che contraddistingue l’intero progetto discografico. Buonasorte è un sassofonista e compositore caleidoscopico, costantemente alimentato da una morbosa curiosità artistica. Nel suo curriculum spiccano alcune collaborazioni significative con artisti del calibro di: Gabriel Rivano, Silvia Bolognesi, Carlos Rojas, Stelvio Cipriani, solo per citarne alcuni. Angelo Olivieri è un poliedrico trombettista perennemente alla ricerca di un playing innovativo e mai oleografico. Il suo ricco palmares è zeppo di prestigiose collaborazioni con musicisti autorevoli, tra i quali: William Parker, Hamid Drake, Butch Morris, Vincent Courtois, Eddie Henderson, George Garzone, Maria Pia De Vito. Dal groove solido congiuntamente a un suono possente, Gavini è un bassista affidabile e di sicuro talento. Nell’arco della sua carriera condivide il palco con svariati musicisti dall’indubbio spessore, tra cui: Danilo Rea, Susanne Hahn, Carlo Gaia, Filippo Cosentino. Di Cretico è un batterista dal drumming assai energico, corposo ed efficace. Il suo stile batteristico strizza l’occhio alla modernità. Ha al suo attivo svariate collaborazioni con numerosi musicisti di levatura internazionale, come: Greg Burk, Henry Cook, Ron Seguin, Enrico Zanisi e moltissimi altri ancora. Dunque, Gabriele Buonasorte e il suo quartetto offriranno un concerto nel segno di un jazz decisamente iconoclasta, per tutti gli appassionati che desiderano conoscere nuove forme jazzistiche distanti anni luce dal concetto di mainstream.

Stefano Dentice